Cena di Diego 2.3.13

images.jpgMessaggio promozionale. Diego vuole superare il ricordo del terribile wurstel del Keller dell’ultima volta che in gran segreto compì gli anni (non tutti gli anni Diego li compie, solo a volte). Prima che si scateni la rivoluzione grilliana e torni la primavera araba vorrebbe fissare sabato sera un menù etnico delle Fontanelle alle Fontanelle, appunto, con persone tipiche delle Fontanelle, mangiando prodotti tipici delle Fontanelle, se possibile, sennò va bene anche roba di Cafaggio. Occorre raggiungere la soglia di sbarramento, quindi facite sapè chi vuol essere parte di “A night with Diego 2013”, vi dico solo che nella San Fernando Valley c’è chi pagherebbe per poterlo fare.

Cena di Diego 2011 (GN crusaders)

crusaders GN.jpgSi avvicina la sera della Cena di Diego, che ricorre tutti gli anni ed anche questo quindi, che si svolgerà sabato prossimo 26 in un luogo raggiungibile a piedi, ovunque voi siate. Il posto è top secret, lo conosce solo Diego che deve fissare, quindi in qualunque cazzo di modo vi pare, fateglielo sapere subito (il subito l’ho aggiunto per drammatizzare la situazione, va bene anche se glielo dite tra 5 minuti). A lato, un’immagine del dopo cena di Diego del 1379, madonna che mine avevo, meno male c’era il Giamma lì a destra che mi dava da accendere, mentre Franz controllava il tutto nella livrea rossa delle grandi crociate, ehm, cene, volevo dire. Ma… non l’avete ancora chiamato Diego?????

Il Coach

Immag0950.jpgOrmai per vedere Diego bisogna andare a prendersi un bel Negroni, sedersi ed aprire il giornale nella pagina Sport e Affini. Tra Mourinho e Mister Lippi, appare il Coach, mani in tasca come gli hanno insegnato a Coverciano, sguardo stile “io ho vinto tutto”. La prossima volta lo beccheremo al Twiga (noi infatti ci siamo fissi). Chissà poi perchè lo chiamano Alessandro se in realtà si chiama Diego, ah questi giornalisti, ah questa informazione sempre pilotata…

Buoni 50 , Diego .

Manu Chao canta “La vida tombola” per Maradona

Dici giusto Sica , ognuno ha la propria opinione a riguardo . per quanto mi riguarda è uno di quei personaggi da santificare . ma non come i papi o madre Teresa della fogna di Calcutta . se avete occasione guardatevi il film/documentario che Emir Kusturica ha girato qualche anno fa totalmente sul pibe de oro : Diego (per me non è possibile chiamarlo in nessun altro modo) parla di se con toccante sincerità come a dire : a questo punto che bisogna fare , quel che è stato è stato . -qui sopra , se viene , un branio che Manu Chao ha scritto a posta per l’occasione- . asta la victoria siempre , Diego .